nino basso

Nino Basso designer
Nino Basso designer

Nino Basso

Eclettico designer  spilimberghese,  Nino Basso  è ritornato da qualche anno a vivere nella Città del Mosaico,  a metà strada  tra Venezia e Trieste. 

La sua storia nel mondo del design inizia negli anni '70 a Milano dove frequenta la Scuola Politecnica di Industrial Design e fa pratica nello studio grafico Norbert Linke.

Verso la fine degli anni '70 è a Firenze e particolarmente importante si rivela il suo ingresso presso Guccio Gucci, brand internazionale nel settore degli accessori moda e arredamento, dove per diversi anni svolge la funzione di art director della Divisione Accessory e gioielli.

Qui Nino Basso mette a fuoco il legame indissolubile che unisce gli oggetti all'alta artigianalità toscana della lavorazione dei metalli e delle pelli e si a

pre a nuovi interessi,  a nuove curiosità.

Disegna e realizza accessori di gioielleria e complementi per la casa e dopo pazienti  ricerche e prove recupera molti segreti della lavorazione della affascinante pelle shagreen conosciuta anche come galuchat in auge negli arredi del periodo art déco,  che lo coinvolgono  nella sperimentazione e realizzazione di nuove linee di accessori home e office.

Nella 2° metà degli anni '80 sceglie di presentarsi sul mercato con il  proprio marchio ed apre Design Center, una piccola attività artigianale nella quale esprime appieno la sua grande creatività apprezzata da una clientela internazionale, che guida fino  al 1991.

Segue  una parentesi  nell' industrial design, che lo ha visto tra l'altro partecipe con un gruppo di  professionisti al progetto  dell'elettrotreno ATR500.  

Viaggia per conoscere  le tradizioni  culturali di vari paesi e continua a coltivare la sua vocazione  artistica di ricerca e  sperimentazione.
Spazia dal design alla scultura, alla fotografia, alla pittura, cercando  nelle forme, nei colori, nei dettagli,  i segni rivelatori  della sua indole.